Poste: nuove assunzioni da marzo per la provincia di Como. L'Ufficio postale di piazza Parini a Cantù al momento resta aperto solo la mattina

“Al momento non è prevista nessuna apertura pomeridiana per l’ufficio postale di piazza Parini a Cantù”. A precisarlo è Giuseppe Melina, coordinatore SLP Cisl Como. “Nei giorni scorsi – spiega Melina – sono state diffuse a mezzo stampa delle informazioni errate in merito al ritorno all’orario di piena attività dell’ufficio centrale di Cantù di Poste Italiane. Chiariamo che, fino a quando non arriveranno nuove comunicazioni, l’orario di sportello resterà invece limitato alle ore mattutine”.

Al netto delle limitazioni d’orario di alcuni uffici, com’è il caso di Cantù, la situazione poste in provincia di Como appare, però, chiarisce SLP Cisl Como, in graduale miglioramento. “Nel mese di marzo - spiega Giuseppe Melina - sono previste, per il servizio di recapito (consegna della posta), le assunzioni di 71 addetti full time e 7 part time. Una “boccata d’ossigeno” preziosa che va a sanare le gravi carenze di organico che, come SLP Cisl Poste (sindacato a cui sono iscritti circa il 70% dei lavoratori del settore Poste della provincia di Como), avevamo più volte denunciato nei mesi scorsi. Un positivo segnale che ci fa guardare con maggiore fiducia al futuro, anche dopo il positivo incontro sulle politiche attive del lavoro svoltosi il 4 febbraio a Roma tra rappresentanze sindacali e azienda, incontro in cui Poste ha preso atto della generale situazione di criticità per il settore nel nostro Paese, impegnandosi ad un’urgente manovra straordinaria di potenziamento dell’organico di Mercato Privati, in attesa di un ragionamento complessivo sulla situazione”.

“Come Cisl SLP Como - conclude Giuseppe Melina - salutiamo con favore anche la recente nomina del nuovo direttore della filiale Poste di Como, Stefano Vezzoli, proveniente dalla filiale di Pavia, fiduciosi in un proficuo, sinergico e costruttivo rapporto nell’interesse dei lavoratori e dell’utenza”.

 

Stampa