Consenso all'uso dei cookies

 

 

RASSEGNA STAMPA

Annamaria Furlan, Segretaria generale della Cisl, ha partecipato oggi a Lomazzo  al Consiglio Generale della Cisl dei Laghi.  I lavori della giornata sono stati introdotti da Ugo Duci, Segretario generale della Cisl Lombardia e attualmente reggente della Cisl dei Laghi. Duci ha offerto una panoramica della situazione economica del territorio dei Laghi partendo dai dati sull’occupazione e analizzando poi l’andamento di tutti i settori produttivi, dei servizi e della pubblica amministrazione. Il Segretario si è anche soffermato sullo stato del sistema sanitario del territorio dei Laghi, sull’importanza della contrattazione sociale con i comuni, sulle condizioni delle amministrazioni pubbliche locali con particolare attenzione ai centri per l’impiego e al caso di Campione d’Italia. Un altro aspetto trattato ha riguardato  i trasporti: la situazione di Malpensa e le criticità legate alla situazione di Trenord con la trattativa con la Regione Lombardia sul tema. A conclusione di una mattinata densa di interventi da parte dei Consiglieri, é intervenuta Annamaria Furlan, Segretario generale della Cisl, che ha fornito un aggiornamento sul confronto con il Governo e sulle decisioni ultime assunte da Palazzo Chigi in ordine alla manovra finanziaria“È fondamentale fare del sindacato di prossimità, raccogliendo le istanze dei singoli individui, senza prescindere dalle esigenze della comunità” ha affermato la Segretaria generale della Cisl. “Questo Governo è una realtà inedita: non ha un programma ma ha stipulato un accordo di tipo privatistico - ha continuato Furlan- non dobbiamo dimenticare questo dettaglio quando valutiamo il suo operato” “Come avrete notato le associazioni datoriali su temi importanti come le infrastrutture hanno espresso lo stesso parere esplicitato da Cgil, Cisl e Uil nella piattaforma: è divenuta una questione unificante del mondo produttivo” -continua la Segretaria generale della Cisl. “C’è consapevolezza anche da parte di chi produce che il tema del lavoro deve essere riportato al centro del dibattito politico”  “Dopo 142 attivi unitari su tutto il territorio nazionale abbiamo ottenuto l’apertura di un confronto con Governo in cui abbiamo consegnato a Presidente Conte la piattaforma unitaria” – ha affermato Annamaria Furlan- e abbiamo ottenuto l’istituzione di tavoli su temi importanti come crescita, fisco, infrastrutture, pubblica amministrazione, sanità, previdenza e reddito di cittadinanza”. In questa occasione la Segretaria generale della Cisl ha rilanciato l’iniziativa unitaria del 19 dicembrea difesa della piattaforma per cui Annamaria Furlan sarà a Milano. “Dobbiamo dimostrare ai nostri iscritti che la nostra non è un’avversione a priori al Governo ma occorre entrare nel merito delle questioni come la flat tax e il reddito di cittadinanza -continua Furlan- è necessario che anche la nostra gente non perda l’abitudine di ragionare”. “In un paese non c’è un bel clima dove vi sono episodi di discriminazione nei confronti degli immigrati, dove  si vogliono imporre ai lavoratori condizioni peggiorative, dove l’alternanza scuola-lavoro è definita poco utile senza prospettiva del futuro, dove si ventila un’uscita dall’Unione Europea”- afferma la Segretaria generale della Cisl- la nostra rappresentanza ha sicuramente subito gli effetti della crisi ma, come corpi intermedi, siamo riusciti tramite la contrattazione a mantenere un clima sociale abbastanza positivo. Con umiltà, siamo consapevoli di poter migliorare - ha concluso Annamaria Furlan- e che è necessario agire in prima battuta per essere più efficienti e per portare a compimento le nostre decisioni come solo un’organizzazione seria sa fare”.

17-12-2018

RELAZIONE INTRODUTTIVA DI UGO DUCI

 

Stampa