Consenso all'uso dei cookies

 

Al via la conferenza regionale dei servizi, enti, associazioni Cisl

Milano, 31.10.2018

In un teatro Pime gremito, oltre 260 partecipanti, tra dirigenti sindacali delle Cisl e categorie lombarde, operatori e responsabili di servizi, enti, associazioni, si è aperta questa mattina la conferenza regionale dei servizi, enti e associazioni della Cisl in Lombardia, che vedrà la sua giornata conclusiva il 19 novembre prossimo.

“Servire per associare, associare per rappresentare” lo slogan della conferenza, che nella sua prima giornata vede alternarsi sul palco operatori e responsabili territoriali dei diversi servizi, enti e associazioni. Un’occasione importante per fare il punto sui problemi aperti e le nuove opportunità per un attività sempre più efficace per i cittadini lombardi.

Un’attività che vede impegnati sul campo del territorio lombardo decine di operatori, ogni giorno al servizio dell’utenza. Lo ha ricordato anche il segretario generale della Cisl Lombardia, Ugo Duci, nel suo saluto introduttivo. “Grazie per la vostra dedizione, impegno, e non di rado sacrificio, a favore del servizio con la “S” maiuscola, questa grande, umanissima, nobile parola che segna le relazioni positive tra le persone e le comunità”, ha detto Duci. “Oggi i dirigenti Cisl si mettono all’ascolto di chi ogni giorno segue la Cisl, le persone che in Cisl vengono, nei territori dove le persone vivono e lavorano – ha aggiunto -. Siamo in ascolto delle vostre problematiche, criticità incontrate e opportunità individuate e ne faremo sintesi per delineare gli obiettivi e le linee di lavoro che saranno indicate nel documento conclusivo che approveremo il 19 novembre prossimo”.
Molte le questioni emerse nel corso della mattinata, dall’esigenza di maggiore collaborazioni con le Cisl alle sfide rappresentate dalle nuove tecnologie e dai continui cambiamenti delle normative nazionali. Forte il richiamo alla necessità di una maggiore sinergia tra servizi ed enti, e categorie, per dare risposte sempre più efficaci alle persone sul territorio.

“Il vostro prezioso lavoro si colloca in un contesto complesso, di continui cambiamenti – ha sottolineato Giovanna Ventura, segretaria nazionale organizzativa Cisl – . Non solo cambiano fortemente le esigenze delle persone, famiglie, pensionati, ma si susseguono anche di continuo i governi, che cambiano colore ma hanno un filo logico comune: tagliare risorse agli enti, di patronato in particolare, e a chi appaltano servizi, come i Caf”. “I nostri servizi svolgono compiti che lo stato non è in grado, da solo, di portare avanti – ha aggiunto –. Enti, associazioni e servizi Cisl sono un’infrastruttura sociale fondamentale, senza la quale la nostra società sarebbe disorientata”.

Stampa