Consenso all'uso dei cookies

                                   

il servizio si occupa dell'instaurazione e gestione del rapporto di lavoro domestico
   
L'ufficio offre ai datori di lavoro i seguenti servizi:  presso il CAF Cisl di Como è possibile richiedere tutta l’assistenza necessaria per lo svolgimento delle pratiche previste.

·  Compilazione prospetti buste paga mensili (13°, ferie, ecc.) 
·  Predisposizione comunicazione annuale sui redditi percepiti del lavoratore (Cud) 
·  Calcolo Tfr
·  Predisposizione bollettini di pagamento contributi Inps 
·  Informazioni relative al contratto di lavoro domestico.

Cosa occorre fare

·
  
Il rapporto di lavoro è regolato dal Contratto Collettivo Nazionale e alcune leggi.
·  Dopo avere individuato la persona da assumere si procede con le comunicazioni.
·  La comunicazione di assunzione deve essere inviata all’INPS entro le ore 24 del giorno precedente l’inizio dell’attività lavorativa.
· Se il lavoratore è straniero e viene ospitato dal datore di lavoro, questi deve inviare un modulo all’Autorità di pubblica sicurezza entro 48 ore.
·  Al lavoratore deve essere rilasciata una lettera di assunzione che contenga tutti i dati relativi al rapporto di lavoro (retribuzione, orario etc).
· In costanza di rapporto di lavoro deve essere rilasciato al dipendente un prospetto con il calcolo della retribuzione. Il lavoratore firmerà una copia di questo prospetto come ricevuta della somma percepita. 
· Al lavoratore spetta il pagamento, oltre che delle ore lavorate, di 26 giorni all’anno di  ferie, la 13ma mensilità in occasione del Natale, le festività nazionali la malattia.
· Ogni anno viene rilasciata al dipendente una dichiarazione sostitutiva del mod. CU che gli servirà per verificare l’oblligo di presentazione della dichiarazione dei redditi e del pagamento delle imposte.
· Le eventuali variazioni sul contratto o dei dati anagrafici devono essere comunicati all’INPS entro 30 giorni.
· Al termine del rapporto di lavoro spetta al dipendente il Trattamento di fine Rapporto.
· La cessazione del rapporto deve essere comunicata all’INPS entro 5 giorni.

Oneri 

·
Il datore di lavoro domestico deve versare trimestralmente all’INPS i contributi calcolati sulle ore retribuite. Non deve invece fare alcuna trattenuta fiscale, perché non è sostituto d’imposta.
· E’ un onere del lavoratore verificare se deve versare l’IRPEF e provvedere direttamente tramite il mod. UNICO. 
    

Stampa